La Coppettazione

La coppettazione

 

La coppettazione è stata utilizzata per il trattamento di disturbi in molte culture;  alcuni resoconti storici e antichi testi di medicina parlano di questa tecnica in modi diversi.

Infatti la coppettazione si è evoluta probabilmente più di 5000 anni fa ed è stata praticata in luoghi che vanno dalla Cina all’ Europa (in particolare in Italia), nei Balcani ed in Bulgaria. La troviamo nell’antico Egitto, in  Africa del Nord e sud-sahariana. Vi è  la prova anche fra gli Indiani del Nord America con i suoi effetti curativi e in America latina.

Queste culture ognuna nella loro lingua, hanno sviluppato i propri termini per coppettazione terapia come Bentousa, SchrÖpftherapie, Köpölyözés, Glāstīdams, Вендузи e Kyukaku per citarne alcuni.

Tuttavia, le informazioni più dettagliate riguardo gl’ usi di questa terapia sono emersi dalla Cina.

 

Coppettazione in Cina

Coppettazione è la forma di guarigione più antica ad essere stata utilizzata nella medicina tradizionale cinese ed è stata spesso usata nelle corti imperiali della Cina da parte di personale di alto rango. Le prime notizie che risalgono a circa 3.000 anni fa, documentano l’uso della coppetta per curare la tubercolosi polmonare.

Successivamente il taoista, Ge Hong (281-341 dC), che era noto per la sua pratica di alchimia e erbe medicinali, ha descritto la coppettazione come tecnica di terapia nel suo libro, un manuale di prescrizioni per le emergenze.

In esso descrive l’uso di corna di animali come tazze che ha usato per drenare pus di vesciche dando così la tecnica il nome jiaofa, o la tecnica clacson.  Corna di animali sono state utilizzate anche da altri operatori per provocare l’aspirazione sui punti dei meridiani del paziente.

Libri come necessità di un ufficiale di frontiera della Dinastia Tang descrivono l’uso di coppettazione a fuoco che potrebbe alleviare il mal di testa, dolori addominali e vertigini nei pazienti.

Ci sono anche resoconti dettagliati su come curare la tubercolosi polmonare e altre malattie simili. Spesso, la coppettazione è stata utilizzata in aggiunta alle altre tecniche di guarigione come l’agopuntura e moxibustione. Questi tre metodi sono stati insieme più ampiamente utilizzati durante il regno Tang.

Ulteriori tecniche, di supplemento  alla medicina sono stati scritti durante il periodo della dinastia Qing da Zhao Xuemin.

Terapie con coppette note come il fuoco ja qi, dove si usano tazze calde fatte di ceramica o di bambù che sono state prima bollite in una soluzione ricca di erbe prima di utilizzarle sulla pelle. Di conseguenza, questi metodi sono stati chiamati anche coppettazione umido o liquido. Le coppe sono state a volte utilizzate su aree dove prima venivano inseriti gli aghi dell’ agopuntura.

Una vasta gamma di disturbi potrebbe essere guarita utilizzando queste tecniche come, dolore addominale comune raffreddore, annodamento di nervi, muscoli e artralgia.

Attualmente,  la coppettazione terapeutica ed i documenti che la attestano da migliaia di anni, sono state esplorate e c’è un approfondita ricerca in corso per testare la loro efficacia. Questi sforzi sono stati fatti da istituti di medicina tradizionale cinese (MTC) che sono finanziati dal governo.

La coppettazione è ancora in uso in Cina usando le stesse tecniche principali, però, sono ora utilizzati bicchieri di vetro e plastica.

 

 La coppettazione dei paesi dell’Asia orientale

 

A parte la Cina, le corna ed altri strumenti di coppettazione sono stati scoperti anche in Giappone, in Vietnam, nella penisola coreana e nelle regioni più a nord della Cina.

Queste scoperte indicano che vi sia una possibilità che la tecnica sia stata sviluppata in Cina e successivamente introdotta dai viaggiatori in altri paesi. In Vietnam, inoltre sono state utilizzate altre tecniche  come coppettazione ad acqua, coppettazione  ad aria, l’agopuntura coppettazione e coppettazione a fuoco.

 

La coppettazione in Nord America

 

Indiani del Nord America erano noti per essere guaritori abili, ma le loro tecniche di cura delle malattie e per mantenere una buona salute sono state perse quando molti di loro sono morti. Sono stati costretti a vivere nelle riserve e la loro cultura è andata perduta. Essi erano famosi per l’utilizzo di corna di bufalo, ossa e conchiglie nella coppettazione.

 

La coppettazione in altri paesi

In Egitto, la coppettazione è descritta negli scritti geroglifici che risalgono a 3500 anni fa. Libri di medicina, come il Papiro Ebers  dove si spiega l’utilizzo della tecnica nel 1.550 aC  .

Il guaritore greco, Ippocrate è noto anche per l’utilizzo della terapia per curare disturbi interni intorno al 400 aC .

Vari account di diversi medici europei, come Galeno (131-200AD), Paracelso (1493-1541), Ambroise Paré (1509-1590) ed il chirurgo Charles Kennedy (1826); tutti parlano di questa tecnica.  Agli inizi del 1900, Sir Arthur Keith ha descriveva come l’utilizzo di questa tecnica fosse efficace. Vi è anche la prova di coppa terapia utilizzata in Persia, nelle regioni e nelle aree arabe e nel sub-continente indianLa Coppettazione è usato in Medio Oriente con il nome di “Al Hijama”.

 

 

fig.5

 

Le origini esatte di coppettazione terapia come una tecnica di guarigione non sono chiare, ma è ormai un fatto accettato che questo metodo sia stato utilizzato per tutta la storia umana.  La coppettazione è stata utilizzata anche per bandire gli spiriti maligni da organi del paziente e ripristinare l’equilibrio interno naturale.

 

Le donne e la coppettazione

Un ruolo importante che le donne hanno occupato nelle società tradizionali è stato quello di esperte nella conoscenza e nell’applicazione di una vasta gamma di trattamenti e rimedi.

‘Studi culturali trasversali dimostrano che le donne e, in particolare le capofamiglia rappresentano una delle principali fonti di assistenza terapeutica in molte società.’

(Fineman 1989: 25). Sappiamo da fonti attendibili che a memoria d’uomo,  che la coppettazione in Grecia, Olanda, Russia e Turchia è stata di solito eseguita da donne.

In Vietnam, gli esperti di coppettazione semi-professionali erano tutte le donne.

Dagli scritti dei maestri sappiamo che nell’undicesimo secolo in Europa, ci sono stati un gran numero di donne medici che erano tenute in grande considerazione ed erano molto ricercate dai pazienti .

Con il XIII secolo, le donne furono escluse dallo studio della medicina perché non potevano accedere alle università, e di conseguenza le donne venero escluse dalla pratica medica. Esse hanno comunque avuto un ruolo importante nell’assistenza sanitaria e sono state più importanti degli  uomini nell’utilizzo e nella continuità della coppettazione pratica.

Nella metà del ‘800, la coppettazione è stata aspramente criticata dalla comunità medica che l’ aveva classificata come un metodo popolare.

Ci sono una diverse questioni complesse rilevanti, riguardo al  motivo per cui questo è accaduto:

In primo luogo è durante questo periodo che il nuovo modello scientifico ha cominciato ha screditare tutte le altre terapie tradizionali ,al fine di ottenere il dominio medico.

In secondo luogo la medicina, cominciò a guardare il corpo solo all’interno e non più all’esterno.

Poiché la coppettazione è un trattamento superficiale, è entrato in contrasto con il nuovo paradigma. L’opposizione alla coppettazione non si basa quindi su una mancanza di efficacia, ma a causa della sua mancanza di ” forma ” con i crescenti interessi e  con l’aumentare dell’importanza dell’autorità, della comunità medica.

Anche se la coppettazione è rimasta popolare in alcune aree dell’Europa, del 20 ° secolo è certamente considerata inutile nella società occidentale. Credo che una delle ragioni principali di questa ideologia sia dovuto dell’efficacia della medicina avere il controllo su tutte le questioni relative alla salute, ed alla malattia.

 

fig.6

 

Per un certo periodo di  tempo, la coppettazione è stata ridotta a semplice curiosità del passato. Tuttavia nel corso degli ultimi decenni, la marea si è trasformata e la gente sta riscoprendo che alcune pratiche hanno un gran di merito, così come ripristinare la propria capacità di auto-cura.

 

Nel corso dei secoli, le donne in molte culture sono state le guaritrici delle comunità e utilizzavano le coppette per curare le malattie. Hanno usato la tecnica per purificare il corpo dalle impurità, indurre la guarigione e spesso superato i loro metodi fino ad ulteriori generazioni.

Si ritiene che queste tecniche di coppettazione siano state perse nel corso del tempo, da quando alle donne non è stata data l’istruzione superiore che non ha più permesso  loro di condividere i loro metodi di guarigione con i guaritori maschi.